Multiservizi: richiesta chiarimenti e incontro scuole statali

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’USI, a difesa e tutela dei lavoratori occupati nel Bando CONSIP di pulizie nelle scuole statali (molto chiacchierato e che ha visto varie inchieste), CHIEDE CHIARIMENTI E INCONTRO in questo momento di grave situazione  per la fine di affidamenti e subappalti che creano confusione e preoccupazioni per  gli operatori impegnati (a volte anche per parte del proprio orario lavorativo).
In questa situazione nazionale nel quale il MIUR, come Amministrazione titolare delle attività e in sede di vigilanza e controllo sul buona andamento, funzionamento servizi e attività pubbliche, dovrebbe dare chiare indicazioni e orientamenti, una delle situazioni più gravi è quella della ROMA MULTISERVIZI spa, che avrebbe perso il relativo subappalto, che vede impegnati circa un migliaio di operatori e operatrici, dove è presente una nostra combattiva rappresentanza. Una situazione confusa e priva di orientamenti e indicazioni precisi, lascerebbe ai singoli DIRIGENTI SCOLASTICI, la scelta o meno di prosecuzione lavorativa per l’appalto esternalizzato delle pulizie.

UNIONE SINDACALE ITALIANA USI – fondata nel 1912
Confederazione sindacale nazionale e federazioni locali intercategoriali
e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. sito naz. ufficiale www.unionesindacaleitaliana.eu
SINDACATO NAZIONALE USI C.T.S. sede nazionale MILANO Via Ricciarelli 37 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Segreteria prov. intercategoriale di Roma –
USI SURF (già USI SCUOLA)  sindacato nazionale autogestito dai lavoratori
SCUOLA UNIVERSITA’ RICERCA FORMAZIONE
USICONS – Associazione di difesa e tutela utenti e consumatori servizi pubblici
E mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - C.F. 96324390580 – sito: www.usicons.it
Sede legale nazionale: ROMA LARGO G. VERATTI 25 – 00146 - FAX 06/77201444

Roma 8 gennaio 2017 pagine 2 totali

AL MIUR – al MINISTRO FEDELI e al Dirigente responsabile degli appalti
AL PREFETTO DI ROMA- U.T.G. Ufficio Territoriale di GOVERNO
ALLA SINDACA DI ROMA CAPITALE- Avv. Virginia Raggi  e all’Ufficio di Gabinetto
All’Assessora con delega alle SCUOLE Dott. ssa Laura Baldassarre
ALLA CNS e alla KUADRA
ALLA ROMA MULTISERVIZI spa
Loro sedi – via fax o per e mail

OGGETTO: RICHIESTA INFORMAZIONI (intervento ai sensi della Legge 241/90    articoli 5 – 7 -9, per tutela c.d. “interessi collettivi diffusi”)  E CHIARIMENTI, RICHIESTA DISPONIBILITA’ COLLOQUIO  E INCONTRO, SU GRAVE SITUAZIONE LAVORATORI E LAVORATRICI PULIZIE SCUOLE STATALI,  per gli appalti CONSIP assegnati a KUADRA e CNS (nella Capitale in subappalto alla ROMA MULTISERVIZI spa), a rischio LAVORATIVO E OCCUPAZIONALE dalla ripresa dell’attività scolastica a gennaio 2017 e per garanzia e ripristino idonee condizioni igienico sanitarie, tutela salute e sicurezza, nelle strutture e sedi scolastiche.

L’USI, a difesa e tutela dei lavoratori occupati nel Bando CONSIP di pulizie nelle scuole statali (molto chiacchierato e che ha visto varie inchieste), CHIEDE CHIARIMENTI E INCONTRO in questo momento di grave situazione  per la fine di affidamenti e subappalti che creano confusione e preoccupazioni per  gli operatori impegnati (a volte anche per parte del proprio orario lavorativo).
In questa situazione nazionale nel quale il MIUR, come Amministrazione titolare delle attività e in sede di vigilanza e controllo sul buona andamento, funzionamento servizi e attività pubbliche, dovrebbe dare chiare indicazioni e orientamenti, una delle situazioni più gravi è quella della ROMA MULTISERVIZI spa, che avrebbe perso il relativo subappalto, che vede impegnati circa un migliaio di operatori e operatrici, dove è presente una nostra combattiva rappresentanza. Una situazione confusa e priva di orientamenti e indicazioni precisi, lascerebbe ai singoli DIRIGENTI SCOLASTICI, la scelta o meno di prosecuzione lavorativa per l’appalto esternalizzato delle pulizie. Una ipotesi non configurabile, stante la mancata competenza per materia dei singoli dirigenti scolastici, in base alle norme esistenti sul lavoro, alle clausole di salvaguardia previste anche dall’art. 4 del CCNL MULTISERVIZI e PULIZIE (che ha una procedura che non vede come “controparte” i singoli dirigenti scolastici); con il necessario cambio di appalto o affidamento, che dovrebbe essere di competenza della DTL, oggi ITL (ispettorato interregionale territoriale del lavoro).
La richiesta di chiarimenti e orientamenti, si rende necessaria, anche nei confronti di tutte le aziende coinvolte e porta alla necessità proprio per il grande numero di dipendenti coinvolti, anche sul territorio nazionale oltre che nella CAPITALE D’ITALIA, con la disponibilità a un incontro  di approfondimento con i responsabili del Ministero e, nel caso di ROMA CAPITALE con la Prefettura U.T.G.
In virtù del fatto  che i dipendenti della ROMA MULTISERVIZI sono utilizzati in molti casi anche nell’appalto della GLOBAL SERVICE per nidi e scuole comunali, richiediamo intervento e incontro con ROMA CAPITALE (Sindaco, Gabinetto del Sindaco e Assessorato alla Scuola).
Si segnala inoltre, che alla prossima ripresa dell’attività scolastica, si verranno a creare pericolose condizioni igienico sanitarie nelle strutture e sedi scolastiche a danno dell’utenza (che seguiamo come Associazione Difesa e Tutela Utenti e Consumatori servizi pubblici USICONS) o con maggiori carichi di lavoro per il personale ATA statale (che seguiamo come USI SURF), anche in termini di salute e sicurezza sul lavoro, con tutela del personale sia pubblico che delle aziende in appalto o subappalto ex art. 2087 codice civile e D. Lgs. 81/2008. Si richiedono interventi e misure opportune e idonee, per la rimozione dei fattori di rischio e pericolo a causa di condizioni igienico sanitarie precarie, già fonte di proteste degli utenti e delle famiglie e della tutela piena ed efficace del diritto alla SALUTE e del contestuale DIRITTO AL LAVORO in condizioni dignitose.
La continuità lavorativa di migliaia di lavoratori e lavoratrici, addetti alle pulizie e alla manutenzione delle scuole, tramite le aziende in appalto, garantirebbe anche condizioni decenti degli ambienti e sedi scolastiche.
Né è ipotizzabile che il ridotto personale ATA dipendente pubblico possa sopperire con ingiustificati e non legittimi aumenti dei carichi di lavoro.
In ogni caso, le nostre strutture sindacali hanno consigliato ai lavoratori e alle lavoratrici, di proseguire regolarmente la propria attività lavorativa nel rispetto dei Contratti individuali di lavoro in vigore, garantendo anche la pulizia delle scuole statali.
In attesa di chiarimenti e informazioni (richieste ai sensi della Legge 241/90 art. 5 – 7 -9, nel termine massimo di giorni quindici dalla data della presente) sulle misure che le Pubbliche amministrazioni intendono adottare per garantire il diritto al lavoro, alla salute, igiene e sicurezza di chi lavora, degli utenti e beneficiari dei servizi e della cittadinanza nella generale tutela e intervento, con la presente nota e segnalazione, per i c.d. “interessi collettivi diffusi”, ai nostri recapiti di posta elettronica:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Si inviano i nostri distinti saluti, si resta a disposizione anche per la convocazione di colloqui e incontri di approfondimenti.

Per la segreteria collegiale Usi e le varie strutture e sindacati Usi
e Associazione USICONS – trasmette Prof. Giuseppe Martelli



Letto 1495 volte
usi

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online