FARMACAP: PREOCCUPAZIONE E ACCORDI

Preoccupazioni e accordi. Il 26 Giugno 2017, si è tenuto un ulteriore incontro tra il Commissario, Avv. Stefanori e le organizzazioni sindacali. Di seguito i punti salienti: Per quanto riguarda la...

Read more

NON AVETE SCUSE!

È arrivato il momento, di scendere in piazza in massa. Il 27 e 28 Aprile ci sarà il consiglio comunale che discuterà gli indirizzi per la messa al bando di...

Read more

Vetrerie Sangalli: risposta ai confedera…

Questa la risposta all'articolo fatto dai confederali che si erano presi tutto il merito, non si sa per cosa dato che in tre più UGL rappresentano circa 7/8 Lavoratori.Questo il...

Read more

Fronte di Lotta No Austerity: SCIOPERI, …

È necessario e urgente unirsi per contrastare lo sfruttamento sistemico che anche nel nostro paese umilia i diritti e schiaccia dignità del lavoro e qualità della vita delle masse popolari...

Read more

PRIMO TAVOLO RSU… DEL “NUOVO CORSO” A ZÈ…

A cura di RSU USI Soc. Zètema Ottobre 2017 Care/i colleghe/i, anche se in ritardo, un resoconto e un aggiornamento in merito al primo incontro, del “nuovo corso”,  tenutosi in data...

Read more

FARMACAP: Incontro con il Commissario St…

Giovedì 19 gennaio si è svolto un incontro tra l’ Usi e le altre OO.SS con il nuovo Commissario della Farmacap, Avvocato Stefanori, che ricopre anche il ruolo di capo...

Read more
More from this category

LE FERIE SONO UN DIRITTO COSTITUZIONALE GARANTITO!

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

logooContinua l’intervento della segreteria e delle strutture territoriali di USI Commercio Turismo e Servizi, in sigla USI C.T.&S., anche a Bologna, in una realtà divenuta più difficile nel sistema degli appalti alle imprese cooperative, nell’era “polettiana”. In questa situazione, l’intervento risolto positivamente a favore di operai è relativo alla MANUTENCOOP FACILITY MANAGEMENT SpA, un autentico colosso nel settore delle pulizie e di altri servizi esternalizzati di Pubbliche Amministrazioni aderente a Cns e alla Lega delle Cooperative.

BOLOGNA: INTERVENTO DI USI C.T.&S. IN SEDE ITL PER CONCILIAZIONE CON MANUTENCOOP FACILITY MANAGEMENT SpA, recuperati a favore di operai ore di ferie e di permessi (ROL) “scomparsi” e compensati senza il consenso del lavoratore. Continua l’intervento della segreteria e delle strutture territoriali di USI Commercio Turismo e Servizi, in sigla USI C.T.&S., anche a Bologna, in una realtà divenuta più difficile nel sistema degli appalti alle imprese cooperative, nell’era “polettiana”. In questa situazione, l’intervento risolto positivamente a favore di operai è relativo alla MANUTENCOOP FACILITY MANAGEMENT SpA, un autentico colosso nel settore delle pulizie e di altri servizi esternalizzati di Pubbliche Amministrazioni aderente a Cns e alla Lega delle Cooperative. In sede I.T.L. (Ispettorato Territoriale del Lavoro, come si chiama adesso l’organo decentrato territoriale del Ministero del Lavoro) di Bologna è stato conciliato, con il sostegno e accordo sottoscritto anche da Usi C.T.&S, il tentativo della società di voler far figurare sulle buste paga di propri dipendenti, ferie e permessi retribuiti (R.O.L.), compensati e quindi “figurativi” ma NON per la reale fruizione delle stesse. Si ricorda infatti, che le ferie sono un diritto costituzionale garantito nella sua materiale fruizione a favore di lavoratori e lavoratrici dall’articolo 36 della Costituzione in vigore, oltre che ad essere disciplinati  dal Decreto Legislativo 66/2003 (applicativo e in recepimento delle disposizioni comunitarie in materia di ferie, permessi, riposi, orario di lavoro…) e dal CCNL Imprese di pulizie/servizi integrati/multi servizi. L’intervento di Usi C.T.&S. a Bologna, come avviene in altre parti d’Italia, è riuscito a far riportare la richiesta del lavoratore assistito e che, vincendo paure ed eventuali ripercussioni negative, ha portato avanti la controversia anche in sede I.T.L., al recupero materiale di ferie e permessi con pagamento delle stesse e il riaccredito, con la busta paga di marzo 2017, delle ferie non godute con il ritorno positivo a favore del lavoratore nel cedolino, sia per le ferie che per le ore di R.O.L., entro il 15 aprile la Società Manutencoop F.M. SpA, si impegna anche a versare anche i contributi previdenziali come imponibile lordo, per la somma totale di ferie e di permessi. Un piccolo risultato, certo, ma che dà un chiaro segnale in termini di “resistenza” e autodifesa sui posti di lavoro, in un settore come quello degli appalti di servizi e opere pubbliche, reso sempre più intricato dall’applicazione abnorme delle disposizioni sul “Jobs Act” (spesso interpretate in modo inopportuno e a danno di chi lavora, con effetti di ulteriore precarizzazione e penalizzazione)  e sulla deregolamentazione anche di diritti consolidati e acquisiti, come le ferie o i permessi retribuiti anche di chi ha un contratto a tempo indeterminato.  In casi come questo, la determinazione dei dipendenti e l’intervento del sindacato autorganizzato e autogestito di categoria e territoriale, aderente all’antica Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912 e ancora attiva, ha reso possibile che aziende grandi con migliaia di dipendenti (anche a Roma con il 46% del pacchetto societario di Roma Multiservizi Spa, società nella quale è in corso una dura lotta sostenuta dalla struttura intercategoriale e di categoria di Usi), non possano fare come vogliono ed essere costrette a restituire la fruizione di ferie e permessi non goduti, regolarizzare il pagamento dei contributi previdenziali per le ferie e i R.O.L. “compensati”. Un segnale che l’autorganizzazione sindacale praticata anche da Usi, ha la sua efficacia e validità, senza delegare ai sindacati concertativi o a onerosi uffici legali, le forme di sostegno e di tutela sui posti di lavoro,  anche tramite le strutture delle “camere del lavoro autorganizzate” e dell’intervento territoriale.

Bologna aprile 2017

Letto 1901 volte
usi

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online