Il fronte del No alle deleghe scende in …

Mentre la discussione politica all’interno del PD si infiamma, il fronte del No alle deleghe della legge 107/2015 è sempre più consistente e interno anche allo stesso PD.Dopo il tavolo...

Read more

Documento sui canili comunali dopo inco…

Comunicato e documento sui canili comunali di roma capitale, inoltrato ai soggetti istituzionali (e a tutti i componenti dlel'assemblea capitolina) per informazione e maggiore conoscenza della situazione, con osservazioni, rilievi...

Read more

CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE SCIOPERO!

CONTRO la VIOLENZA sulle DONNE e le discriminazioni sul lavoro Venerdì 25 novembre: sciopero! Sabato 26 novembre: manifestazione a Roma!Le Donne del Fronte di Lotta No Austerity sostengono attivamente lo...

Read more

Fronte di Lotta No Austerity: SCIOPERI, …

È necessario e urgente unirsi per contrastare lo sfruttamento sistemico che anche nel nostro paese umilia i diritti e schiaccia dignità del lavoro e qualità della vita delle masse popolari...

Read more

Zanardi: pane, alfabeto e socialismo

Per il centenario del forno del pane Certosa di Bologna 15 luglio 2017 ore 21.00 repliche il 5 e 26 settembre 2017 In scena l’attrice Simona Sagone e il fisarmonicista Salvatore...

Read more

L’USI CHIAMA TUTTI/E DI NUOVO ALLA LOTTA…

Il 6 maggio ancora in mobilitazione, con un corteo che, come lo sciopero e la manifestazione dell’8 MARZO, acquista una particolare importanza, perché collega le lotte di resistenza che TUTTO...

Read more
More from this category

Basta con il copia incolla del DUP targato Ignazio Marino!

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

"E bravo Colomban! Sta portando a compimento il piano di rientro concordato dalla Giunta Marino con il governo Renzi in una cabina di regia che ha visto il ministro Madia fare da traino. Non avevamo certo bisogno di QUESTA nuova politica! Tanto valeva tenersi il PD a Roma!".Sono amare le prime parole di Giuseppe Martelli, Segretario Romano dell'USI Unione Sindacale Italiana che continua l'opposizione ad un piano di razionalizzazione che, nonostante le parole spese da parte dell'assessore Colomban, rischia di produrre seri effetti collaterali. "Se i progetti sono questi", prosegue, "non siamo convinti della tutela e salvaguardia dei livelli occupazionali tanto strombazzati, ma non formalizzati, poiché già in passato abbiamo vissuto sulla pelle dei lavoratori questo tipo di operazioni di razionalizzazione".

"Quello che più ci stupisce, leggendo i giornali" interviene Serenetta Monti (Vice Segretario Romano USI) rincarando la dose, " è che l'assessore Colomban non faccia riferimento al fatto che stia portando a compimento i piani del tanto contestato (anche dai Cinque Stelle) ex sindaco Marino, impostati nel DUP 2016/2018. DUP che, come USI, abbiamo contestato sin da subito fino ad arrivare ad uno sciopero, proprio nel 2016, viste alcune indicazioni scandalose: una su tutte l'ipotesi di fusione in Zètema dell'Azienda Speciale Palaexpo e dell'Istituzione Biblioteche. Peraltro, tali indicazioni riprese dall'assessore Colomban confliggono con la delibera della Giunta Capitolina 126/2016 ini cui sono distinte nettamente le due realtà (Zètema e Palaexpo), tanto è vero che il MACRO dal Primo gennaio 2018 passerà "sotto" Palaexpo. Sarà superfluo ricordare che anche la dismissione, da parte di ATAC, di Trambus Open, fosse già prevista nel DUP. Peccato si stia "copiando" solo la parte negativa di chi è venuto prima, perchè, ad esempio, il Commissario Straordinario Tronca, in merito una già prevista dismissione di Assicurazioni di Roma, ha compiuto un'inversione di tendenza bloccandola ed anzi rinnovando tutto il parco assicurazioni di Roma Capitale con la suddetta.". "Quanto ancora dovremo subire questi progetti copia incolla?" si domanda Serenetta Monti che rilancia anche i prossimi appuntamenti:"Lunedi 6 marzo l'USI ha promosso un'assemblea pubblica che si terrà in via di Santa Croce in Gerusalemme, 55 sui rischi per i lavoratori e le lavoratrici della Roma Multiservizi in particolare, ma più in generale sui piani di questa Giunta sulle Partecipate. In neanche un mese sono state raccolte a sostegno della lotta dei lavoratori e lavoratrici della Multiservizi, 8000 firme fisiche. Ora, verrà lanciata anche la petizione on-line. A partire dalle 15, sempre il 6 marzo, è anche prevista la conferenza stampa che rilancerà lo Sciopero Generale Internazionale (si terrà in contemporanea in 22 Paesi) indetto l'8 marzo Contro la violenza sulle donne, intero turno per Pubblico Impiego (a partire dalla Scuola), Privato, Precariato. Siamo ancora convinti che questa città meriti di meglio!" 

Letto 1947 volte
usi

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online