dal 22 al 27 novembre Angelicamente Anar…

dal 22 al 27 novembreAngelicamente Anarchici dal 22 al 27 novembreAngelicamente Anarchici Don Andrea Gallo e Fabrizio De Andrècon  Michele Riondinodrammaturgia di Marco Andreoli regia Michele Riondinoarrangiamenti  di Francesco Fornimusiche eseguite dal...

Read more

Fronte di Lotta No Austerity Le lotte si…

Firenze 17-18 giugno: il progetto di unificazione delle lotte fa importanti passi in avanti,con il sostegno di realtà sindacali internazionali  Sono stati due giorni di lavori e discussioni intensi quelli...

Read more

Donne in Lotta - No Austerity

NESSUN DIRITTO ALLE DONNE… QUANDO STANNO ZITTE E QUANDO PARLANO Come Donne in lotta e come intero Fronte di lotta No Austerity iniziamo coll’esprimere ovviamente la massima, totale e incondizionata solidarietà...

Read more

FARMACAP: PRESIDIO DIPENDENTI

Il 12 gennaio 2017 presidio dipendenti azienda speciale comunale farmacap dalle ore 8.30 a viale manzoni 16 – assessorato e dipartimento politiche sociali roma capitalecon copertura assemblea sindacale retribuita dalle...

Read more

SI RIUNISCE IL COMITATO DIFESA LAVORATRI…

IL 6 DICEMBRE 2016 ALLE ORE 18.30 SI RIUNISCE IL COMITATO DIFESA LAVORATRICI E LAVORATORI DI ROMA MULTISERVIZI Spa, per organizzare la presenza alla seduta dell'Assemblea Capitolina (Consiglio Comunale) di...

Read more

RAPPRESENTANTE DEL LAVORO, CHI L,HA VIST…

Da più di un anno (Ottobre 2015) è subentrata nell’appalto la Coop. Sociale Formula Sociale, aderente a CNS. Ad oggi, anche a seguito dei corsi relativi proprio alla salute e...

Read more
More from this category

RESOCONTO INCONTRO 28NOV2016 C.C.P. PERSONALE ROMA CAPITALE/SINDACATI E RSU

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La mattina di lunedì 28 novembre 2016 si è tenuto in Campidoglio, alla sala del Carroccio, l'incontro tra la Commissione consiliare per le Risorse Umane/Personale e tutte le OO.SS. di Roma Capitale. Per l'USI, erano presenti il Segretario provinciale Intercategoriale Giuseppe Martelli e RSU aderenti a Usi.
La Commissione, in apertura, ha dichiarato di voler cancellare il c.d. “contratto unilaterale”, che tante proteste ha suscitato, per firmare con le OO.SS. e le RSU un nuovo contratto decentrato di lavoro, come richiesto da tutti i sindacati, sollecitando la Giunta a riaprire al più presto il tavolo di contrattazione.  I vari interventi dei delegati sindacali hanno sottolineato diversi punti:

La mattina di lunedì 28 novembre 2016 si è tenuto in Campidoglio, alla sala del Carroccio, l'incontro tra la Commissione consiliare per le Risorse Umane/Personale e tutte le OO.SS. di Roma Capitale. Per l'USI, erano presenti il Segretario provinciale Intercategoriale Giuseppe Martelli e RSU aderenti a Usi.
La Commissione, in apertura, ha dichiarato di voler cancellare il c.d. “contratto unilaterale”, che tante proteste ha suscitato, per firmare con le OO.SS. e le RSU un nuovo contratto decentrato di lavoro, come richiesto da tutti i sindacati, sollecitando la Giunta a riaprire al più presto il tavolo di contrattazione.  I vari interventi dei delegati sindacali hanno sottolineato diversi punti:

-  il disagio e le vessazioni sofferte spesso dal personale, causate anche da una cattiva organizzazione del lavoro, a cominciare dallo squilibrio degli organici tra municipi (molto al di sotto delle necessità) e uffici centrali, che danneggia i nostri utenti, cioè la cittadinanza;
-  l'urgenza di una nuova riorganizzazione della macrostruttura capitolina, inefficace e inefficiente;
-  le iniquità di una pseudo meritocrazia, che giunge persino a penalizzare chi è tutelato da leggi nazionali (vedi assenze causa fruizione di permessi e benefici della L. 104 1992, come è stato sottolineato anche nell’intervento fatto dal sindacato Usi, tra i fattori di discriminazione); 
-  la necessità di costituire immediatamente il fondo 2016 del salario accessorio, recuperando 15 milioni di euro, di somme residue non spese, anche nel fondo per anno 2017;
-  a tutela della dignità delle/dei lavoratrici/ori capitolini, la Commissione dichiari che - come già riconosciuto da alcuni dirigenti - le/i dipendenti nel loro insieme non hanno mai usufruito di "elargizioni a pioggia" del salario accessorio - ormai un luogo comune sui media d'informazione - ma lo hanno percepito lavorando nel rispetto delle norme; infatti, le contestazioni del MEF riguardano solo alcuni istituti del contratto decentrato 2005;
-  continua il disagio nel settore scolastico educativo (asili e scuole infanzia), a causa della drastica riduzione del numero di supplenti e del loro utilizzo (fatto con la giustificazione dell’Ente, come misura di contenimento delle spese), con il sovraccarico di lavoro sulle dipendenti di ruolo (quindi con un rischio da definire, in termini di salute e sicurezza delle lavoratrici del settore, anche con una non attuata valutazione dello “stress da lavoro correlato” previsto del Decreto Legislativo 81/2008);
- l’opportunità della presenza di membri di questa Commissione, IN FUNZIONE DI VIGILANZA, al tavolo di trattativa sindacale;
-  convocazione delle Commissioni municipali per Risorse Umane/Personale;
-  CESSAZIONE del sistema delle raccomandazioni e del clientelismo, ancora praticato da una parte dei dirigenti capitolini (ndr, la rotazione effettuata con ordinanze sindacali, non ha cambiato la situazione);
-  stop alle pretese di alcuni Presidenti di municipio, di prendere decisioni riguardanti il personale comunale e spettanti invece alle Direzioni e a chi ha le funzioni di gestione.

Sul presunto debito di 340 milioni di euro (secondo il MEF), da recuperare sul salario accessorio dei dipendenti, il Dr. Riu del Dipartimento Politiche del Personale, ha detto che in realtà, si devono considerare solo le quote degli anni 2008 e 2009, poiché nel 2010 un nuovo ente, Roma Capitale, ha sostituito il Comune di Roma. La quantificazione reale, è inferiore a 100 milioni di euro.
Il componente RSU USI è intervenuto, oltre alle considerazioni fatte in generale assieme al segretario Usi, sulla questione “Biblioteche di Roma” e sul settore servizi culturali e sociali comunali. E’ stato l'unico intervento sull'argomento, dove sono stati evidenziati alcuni dei numeri relativi ai servizi bibliotecari e all'utenza, le tre nuove biblioteche aperte nell'ultimo anno (Fabrizi, Collina della Pace, Giovenale), nonostante le gravi carenze di organico. Si è ricordata infine la criticità e le richieste già comunicate alla Sindaca Raggi, alla Commissione Consiliare Cultura, all'Assessore alla Crescita culturale, Luca Bergamo, per: l’aumento del finanziamento annuale all'ISBCC ad almeno 19,5 milioni di euro, per poter svolgere in modo efficace per la cittadinanza e gli utenti un servizio degno della Capitale D’Italia; l’assegnazione di almeno 30 vincitrici/ori di concorso all'ISBCC all’interno dello sblocco delle assunzioni (problema che riguarda anche amministrativi, tecnici, giardinieri, educatrici…); la cancellazione del progetto di “accorpamento in Zètema dell’Azienda Speciale Palaexpò e dell’Istituzione Biblioteche di Roma” (DUP, p. 165; ribadito alle pp. 169, 171, 179);  la cancellazione della delibera di Giunta precedente del 29/10/2015, che ha imposto la riduzione di almeno il 20% del salario accessorio del personale delle Biblioteche di Roma;  la definizione della nomina del nuovo CdA, in attesa della decisione della Sindaca, essendosi concluso il bando lo scorso 31 ottobre. Anche sul fronte dei servizi sociali, Usi ha evidenziato un processo di lunga durata di troppe esternalizzazioni, che con appalti e affidamenti non ha giovato alla qualità dei servizi pubblici e tiene migliaia di persone di cooperative ed enti affidatari, in condizioni di precarietà lavorativa, salariale e di carenza nella efficace programmazione di servizi di pertinenza del Comune, in sinergia con il residuo personale interno (vedasi questione INTERNALIZZAZIONE SERVIZI).

In conclusione, la Commissione si è detta d'accordo sulla rapida costituzione del fondo 2016, sulla riorganizzazione del lavoro e la redistribuzione degli organici, sulla necessità di un ascolto costante delle/dei dipendenti capitolini, fondamentale per offrire buoni servizi pubblici alla città, sull'organizzazione di incontri decentrati in ogni municipio, sulla necessità di completare rapidamente le assunzioni e le stabilizzazioni di personale scolastico educativo;  si è impegnata alla prosecuzione del confronto, a livello di CCP centrale,  con tutte le rappresentanze sindacali presenti nell’Ente Locale. Vedremo se tali impegni saranno mantenuti e se il confronto del 28 novembre darà i risultati attesi da tempo.

Resoconto a cura di Unione Sindacale Italiana Usi fondata nel 1912 e di RSU Usi a Roma Capitale
 

Unione Sindacale Italiana USI Intercategoriale ed Enti Locali e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   fax 06 77201444
Largo Giuseppe Veratti 25 00146 Roma sito nazionale www.unionesindacaleitaliana.eu

 PUNTI INFOLAVORO/DIRITTI per consulenze-informazioni-consigli (gratuiti) nei seguenti spazi e orari
LUNEDI’ ORE 17.30 19.30 LARGO GIUSEPPE VERATTI 25 (Camera del lavoro autorganizzata Roma Nord Ovest)
MARTEDI’ E MERCOLEDI’ VIA OSTUNI 9 (piano rialzato) ORE 18 – 20 (Camera del lavoro autorganizzata Roma Sud Est)
GIOVEDI’ PIAZZA GAETANO MOSCA 50 ORE 18.30 – 20 (Camera del lavoro autorganizzata Roma Sud Ovest)

Letto 510 volte
usi

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online